NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Questo sito utilizza cookie per fornirti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Tribunale, conclusi i lavori di ristrutturazione e messa in sicurezza

 

 Sono conclusi i lavori di ristrutturazione del Tribunale di Vasto. Gli interventi realizzati sulle quattro facciate dell’edificio e sul terrazzo di copertura hanno permesso la messa in sicurezza dell’immobile, di proprietà del Comune di Vasto, ed il miglioramento termico. La riqualificazione del Palazzo di Giustizia ha compreso anche il cortile interno e la messa a norma dell’archivio. Intervento quest’ultimo che consentirà di soddisfare le ricerche degli utenti per gli atti definitivi.

“La ristrutturazione garantirà la sicurezza di uno stabile che ci auguriamo - ha dichiarato il sindaco Francesco Menna - per sempre sarà a servizio dell’utenza cittadina, della Magistratura, degli avvocati e del personale. E’ ancor viva la volontà per evitare la chiusura del Tribunale e la convocazione della prima Commissione Regionale ci lascia ben sperare. Ringrazio - ha concluso Menna - il Presidente del Tribunale, Giangiacomo, il Procuratore della Repubblica Di Florio e l’Ordine degli Avvocati di Vasto per aver reso possibile questo importante intervento.”

 “Insieme ad altri Presidenti dei c.d. Tribunali minori abruzzesi - ha dichiarato il Presidente del Tribunale di Vasto, Bruno Giangiacomo - la scorsa settimana sono stato convocato per partecipare alla seduta della I Commissione Regionale per discutere della possibilità di mantenere in vigore i c.d. Tribunali minori dell'Abruzzo con un proposta di legge che porrebbe le spese di gestione e manutenzione e di custodia e vigilanza di questi Tribunali a carico della Regione e degli enti locali. Ho incentrato l'audizione sull'attività giurisdizionale realizzata dal Tribunale di Vasto, con particolare riferimento anche alla celebrazione di impegnativi processi in materia di criminalità organizzata negli ultimi cinque anni e sulle spese di amministrazione e gestione del Tribunale. Quest'ultimo punto è particolarmente importante ai fini della fattibilità economica di quanto previsto nel disegno di legge che deve essere presentato al Parlamento in tempi brevi.”