NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Questo sito utilizza cookie per fornirti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Le scuole cittadine riapriranno regolarmente a settembre

“Siamo a lavoro perché tutte le scuole riaprano regolarmente a Settembre” ha dichiarato l’Assessore alle politiche scolastiche Anna Bosco.

“L’Amministrazione Comunale sta intervenendo sulle Scuole sia sul fronte degli adeguamenti strutturali - ha evidenziato Anna Bosco - sia sul fronte dell’adeguamento della aule, a causa delle nuove esigenze Covid-19 come delineate dal MIUR nel piano scuola, prevedendo che il distanziamento fisico rimanga un punto di primaria importanza nelle azioni di prevenzione.
Proprio pochi giorni fa abbiamo avuto notizia di due nuovi finanziamenti ottenuti: uno di Euro 70 mila per l’antincendio alla scuola Martella per cui il Comune di Vasto è tra i primi in graduatoria MIUR in Abruzzo, ed un altro finanziamento riguardante l’adeguamento delle aule per garantire il distanziamento imposto dal Covid-19 pari a Euro 160 mila.
Su quest’ultimo progetto sta già lavorando la task force scuola del Comune per riqualificare ed adattare le aree interne delle scuole e creare nuove aule; in particolare intervenendo su laboratori, aule auditorium, refettori ed altri spazi.

Nei giorni scorsi l’Amministrazione Comunale ha pubblicato, inoltre, un avviso esplorativo per nuove aule e sedi alternative, a beneficio di tre scuole di Vasto che hanno questa esigenza per ragioni di diversa natura.
- Nel caso della “scuola secondaria di I grado R. Paolucci” abbiamo ritenuto necessario intervenire per riperimetrare internamente le aule - purtroppo nel passato ridotte rispetto al progetto originario, ad aule pollaio - e pertanto occorrerà cercare anche alcune aule all’esterno per ospitare in sicurezza una parte degli studenti;
- Nel caso della “scuola dell’Infanzia Aniello Polsi” l’esigenza di individuare una nuova sede è dettata dalla volontà dell’Amministrazione di accelerare i lavori di costruzione di un nuovo plesso sostitutivo dell’attuale sede in via Alcide De Gasperi;
- Nel caso della “scuola Primaria Ritucci Chinni” la provvisoria collocazione in altra sede dei bambini durerà solo per pochi mesi, presumibilmente fino al mese di Dicembre di quest’anno al fine di completare i lavori di adeguamento statico del plesso che per esigenze sopraggiunte hanno richiesto più risorse (pari a mezzo milione di euro) e più tempo per essere ultimate. L’Amministrazione in questo caso ha saputo trovare prontamente delle risposte e potrà così riconsegnare alla Città una scuola d’eccellenza - come lo è stata fino ad oggi - in una struttura nuova e più sicura per studenti e insegnanti.
Ricordo che l‘attuale Amministrazione ha avviato per prima in Città un piano straordinario di messa in sicurezza degli edifici scolastici dal 2016, ed ha partecipato ad ogni avviso pubblico dello Stato italiano per la messa in sicurezza del patrimonio edilizio scolastico, senza tralasciare nessuna opportunità ed ottenendo importanti finanziamenti.
Ciò è dimostrato dai numerosissimi interventi già realizzati ed in corso di realizzazione in Città. Mai nessuna Amministrazione Comunale come l’attuale ha avuto la capacità, la serietà e la lungimiranza di occuparsi di un serio e complessivo progetto riguardante il patrimonio edilizio scolastico. Ricordo infatti che il Comune di Vasto ha già ottenuto in pochissimo tempo finanziamenti statali per oltre 2 milioni di euro. Altre risorse comunali sono state investite per la manutenzione straordinaria delle scuole per importi pari a più di un milione di euro, di cui larga parte solo per la manutenzione di tetti e solai. L’ultimo intervento attualmente in corso è
sul tetto della scuola dell’infanzia Santa Lucia, con il quale si completerà la manutenzione dei tetti e dei solai di tutte le scuola cittadine. Di queste risorse un milione e mezzo di interventi sono stati spesi
per l’adeguamento antisismico (Asilo Nido San Paolo, Scuola Primaria Martella e Scuola dell’Infanzia Santa Lucia); quasi mezzo milione di euro per la prevenzione antincendio (scuola Media Rossetti, scuola Spataro e scuola Primaria Martella),e 400 mila euro circa per l’efficientamento energetico (Scuola dell’Infanzia Via Spalato, Scuola Primaria Ritucci Chinni e Scuola Media Paolucci).
Lavoriamo a contatto diretto con le Dirigenti Scolastiche, gli insegnanti e le famiglie ed in massima trasparenza.
Ricordo inoltre che una legge del 2003 impone l’obbligo di eseguire le indagini di vulnerabilità sulle e dopo quasi vent’anni dall’entrata in vigore di questo obbligo, siamo stati la prima Amministrazione
a spendere più di 100 mila euro per eseguirle le indagini di vulnerabilità, ed i primi a pubblicare le relazioni sul sito del Comune di Vasto.