NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Questo sito utilizza cookie per fornirti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Qualità dell'aria, sono necessari rilevatori adeguati

Il sindaco di Vasto, Francesco Menna e l’assessore alle Politiche Ambientali, Paola Cianci, in seguito alle numerose segnalazioni ricevute in data odierna da parte dei cittadini in merito agli odori nauseabondi dovuti dalle emissioni provenienti dalla Zona Industriale di Punta Penna, dichiarano quanto segue:
“Questa mattina siamo stati contattati da diversi residenti dei vari quartieri della nostra città i quali, preoccupati, ci hanno chiesto spiegazioni sui cattivi odori percepiti. Condividiamo questa preoccupazione e per questo l’Ufficio Ambiente si è attivato immediatamente per trasmettere all’Arta e alla Asl una nota affinché ci sia un intervento concreto su una problematica che si ripete da mesi. Non è la prima volta che chiediamo aiuto agli Enti competenti. Già in passato abbiamo chiesto di verificare la qualità dell’aria. A tal fine è necessario adoperare una strumentazione adeguata poiché quella normalmente utilizzata non è idonea a rilevare gli agenti inquinanti diversi da quelli provenienti dalle emissioni delle automobili. Invitiamo pertanto la Regione Abruzzo ad investire risorse economiche per dotare l’Arta di rilevatori utili ad entrare nel merito della criticità che va superata per il bene della salute dei cittadini, dei lavoratori delle attività economiche limitrofe e dell’equilibrio ambientale della Riserva di Punta Aderci. Auspichiamo di avere risposte adeguate. Nel frattempo continuiamo a confrontarci con l’Università G. D’Annunzio che sta lavorando a delle sperimentazioni scientifiche, a terra e a bordo di droni, attraverso lo sviluppo di apparecchiature finanziate con fondi europei erogati dal Ministero dell’Università e della Ricerca”.