NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Questo sito utilizza cookie per fornirti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Castell Caldoresco illuminato di giallo per chiedere la liberazione di Patrick Zaki

Il Comune di Vasto ha aderito all’iniziativa di Amnesty International promossa in occasione del primo anniversario della carcerazione di Patrick Zaki, il ventottenne attivista e studente dell’Università di Bologna, accusato di propaganda sovversiva. Un fascio di luce gialla questa sera, per l’occasione, illuminerà il Castello Caldoresco
“Ci uniamo a questa iniziativa per esprimere la nostra vicinanza a Patrick Zaki, - dichiarano il sindaco, Francesco Menna e l’assessore alle politiche giovanili, Paola Cianci - un giovane studente ingiustamente detenuto per le opinioni politiche espresse sui social media. E’ inaccettabile che il suo lavoro in favore dei diritti umani venga considerato una minaccia alla sicurezza nazionale e propaganda per il terrorismo. Amnesty International chiede che venga liberato immediatamente ed incondizionatamente - concludono sindaco e assessore - e attraverso le immagini del Castello Caldoresco illuminato di giallo e a quelle dei monumenti e palazzi istituzionali di città abruzzesi e di tanti Comuni italiani vogliamo impedire che il suo inspiegabile arresto finisca per essere dimenticato”.
“È un atto di vicinanza nei confronti di Patrick, - ha dichiarato responsabile di Amnesty International per l’Abruzzo Molise, Giacomo Labricciosa - ma anche una forte presa di posizione delle amministrazioni che dà maggior vigore e visibilità alla nostra richiesta di libertà”.