Notizie

Sono conclusi i lavori di ristrutturazione del Tribunale di Vasto. Gli interventi realizzati sulle quattro facciate dell’edificio e sul terrazzo di copertura hanno permesso la messa in sicurezza dell’immobile, di proprietà del Comune di Vasto, ed il miglioramento termico. La riqualificazione del Palazzo di Giustizia ha compreso anche il cortile interno e la messa a norma dell’archivio. Intervento quest’ultimo che consentirà di soddisfare le ricerche degli utenti per gli atti definitivi.

“La ristrutturazione garantirà la sicurezza di uno stabile che ci auguriamo - ha dichiarato il sindaco Francesco Menna - per sempre sarà a servizio dell’utenza cittadina, della Magistratura, degli avvocati e del personale. E’ ancor viva la volontà per evitare la chiusura del Tribunale e la convocazione della prima Commissione Regionale ci lascia ben sperare. Ringrazio - ha concluso Menna - il Presidente del Tribunale, Giangiacomo, il Procuratore della Repubblica Di Florio e l’Ordine degli Avvocati di Vasto per aver reso possibile questo importante intervento.”

 “Insieme ad altri Presidenti dei c.d. Tribunali minori abruzzesi - ha dichiarato il Presidente del Tribunale di Vasto, Bruno Giangiacomo - la scorsa settimana sono stato convocato per partecipare alla seduta della I Commissione Regionale per discutere della possibilità di mantenere in vigore i c.d. Tribunali minori dell'Abruzzo con un proposta di legge che porrebbe le spese di gestione e manutenzione e di custodia e vigilanza di questi Tribunali a carico della Regione e degli enti locali. Ho incentrato l'audizione sull'attività giurisdizionale realizzata dal Tribunale di Vasto, con particolare riferimento anche alla celebrazione di impegnativi processi in materia di criminalità organizzata negli ultimi cinque anni e sulle spese di amministrazione e gestione del Tribunale. Quest'ultimo punto è particolarmente importante ai fini della fattibilità economica di quanto previsto nel disegno di legge che deve essere presentato al Parlamento in tempi brevi.”

Notizie

“Siamo a lavoro perché tutte le scuole riaprano regolarmente a Settembre” ha dichiarato l’Assessore alle politiche scolastiche Anna Bosco.

“L’Amministrazione Comunale sta intervenendo sulle Scuole sia sul fronte degli adeguamenti strutturali - ha evidenziato Anna Bosco - sia sul fronte dell’adeguamento della aule, a causa delle nuove esigenze Covid-19 come delineate dal MIUR nel piano scuola, prevedendo che il distanziamento fisico rimanga un punto di primaria importanza nelle azioni di prevenzione.
Proprio pochi giorni fa abbiamo avuto notizia di due nuovi finanziamenti ottenuti: uno di Euro 70 mila per l’antincendio alla scuola Martella per cui il Comune di Vasto è tra i primi in graduatoria MIUR in Abruzzo, ed un altro finanziamento riguardante l’adeguamento delle aule per garantire il distanziamento imposto dal Covid-19 pari a Euro 160 mila.
Su quest’ultimo progetto sta già lavorando la task force scuola del Comune per riqualificare ed adattare le aree interne delle scuole e creare nuove aule; in particolare intervenendo su laboratori, aule auditorium, refettori ed altri spazi.

Nei giorni scorsi l’Amministrazione Comunale ha pubblicato, inoltre, un avviso esplorativo per nuove aule e sedi alternative, a beneficio di tre scuole di Vasto che hanno questa esigenza per ragioni di diversa natura.
- Nel caso della “scuola secondaria di I grado R. Paolucci” abbiamo ritenuto necessario intervenire per riperimetrare internamente le aule - purtroppo nel passato ridotte rispetto al progetto originario, ad aule pollaio - e pertanto occorrerà cercare anche alcune aule all’esterno per ospitare in sicurezza una parte degli studenti;
- Nel caso della “scuola dell’Infanzia Aniello Polsi” l’esigenza di individuare una nuova sede è dettata dalla volontà dell’Amministrazione di accelerare i lavori di costruzione di un nuovo plesso sostitutivo dell’attuale sede in via Alcide De Gasperi;
- Nel caso della “scuola Primaria Ritucci Chinni” la provvisoria collocazione in altra sede dei bambini durerà solo per pochi mesi, presumibilmente fino al mese di Dicembre di quest’anno al fine di completare i lavori di adeguamento statico del plesso che per esigenze sopraggiunte hanno richiesto più risorse (pari a mezzo milione di euro) e più tempo per essere ultimate. L’Amministrazione in questo caso ha saputo trovare prontamente delle risposte e potrà così riconsegnare alla Città una scuola d’eccellenza - come lo è stata fino ad oggi - in una struttura nuova e più sicura per studenti e insegnanti.
Ricordo che l‘attuale Amministrazione ha avviato per prima in Città un piano straordinario di messa in sicurezza degli edifici scolastici dal 2016, ed ha partecipato ad ogni avviso pubblico dello Stato italiano per la messa in sicurezza del patrimonio edilizio scolastico, senza tralasciare nessuna opportunità ed ottenendo importanti finanziamenti.
Ciò è dimostrato dai numerosissimi interventi già realizzati ed in corso di realizzazione in Città. Mai nessuna Amministrazione Comunale come l’attuale ha avuto la capacità, la serietà e la lungimiranza di occuparsi di un serio e complessivo progetto riguardante il patrimonio edilizio scolastico. Ricordo infatti che il Comune di Vasto ha già ottenuto in pochissimo tempo finanziamenti statali per oltre 2 milioni di euro. Altre risorse comunali sono state investite per la manutenzione straordinaria delle scuole per importi pari a più di un milione di euro, di cui larga parte solo per la manutenzione di tetti e solai. L’ultimo intervento attualmente in corso è
sul tetto della scuola dell’infanzia Santa Lucia, con il quale si completerà la manutenzione dei tetti e dei solai di tutte le scuola cittadine. Di queste risorse un milione e mezzo di interventi sono stati spesi
per l’adeguamento antisismico (Asilo Nido San Paolo, Scuola Primaria Martella e Scuola dell’Infanzia Santa Lucia); quasi mezzo milione di euro per la prevenzione antincendio (scuola Media Rossetti, scuola Spataro e scuola Primaria Martella),e 400 mila euro circa per l’efficientamento energetico (Scuola dell’Infanzia Via Spalato, Scuola Primaria Ritucci Chinni e Scuola Media Paolucci).
Lavoriamo a contatto diretto con le Dirigenti Scolastiche, gli insegnanti e le famiglie ed in massima trasparenza.
Ricordo inoltre che una legge del 2003 impone l’obbligo di eseguire le indagini di vulnerabilità sulle e dopo quasi vent’anni dall’entrata in vigore di questo obbligo, siamo stati la prima Amministrazione
a spendere più di 100 mila euro per eseguirle le indagini di vulnerabilità, ed i primi a pubblicare le relazioni sul sito del Comune di Vasto.

Notizie

Questa mattina il Prefetto di Chieti, Armando Forgione, si è recato presso il Comune di Vasto per una visita istituzionale. E’ stato accolto dal Sindaco, Francesco Menna, dagli assessori: Lina Marchesani, Giuseppe Forte e Luigi Marcello, dal Presidente del Consiglio Comunale Elio Baccalà e dal segretario comunale Anna Lucia Mascioletti.

Il Sindaco ha dato il benvenuto, a nome della città, al nuovo Prefetto augurandogli buon lavoro e confermando la massima collaborazione e vicinanza istituzionale.

“Si è trattato - ha detto Francesco Menna - di un piacevole e informale colloquio di conoscenza.

Notizie

La Sasi Spa  comunica che per eseguire un intervento urgente di riparazione della condotta principale in località Rio Secco del Comune di Casoli, dalle ore 11 di oggi, 24 luglio, fino alle ore mattutine di domani, sabato 25 luglio, verrà sospesa la normale fornitura idrica.

Al fine di garantire l'approvvigionamento per eventuali forniture di soccorso  si comunica la posizione di un punto di prelievo a San Salvo, in Via Vasco De Gama.

Il servizio verrà ripristinato nel più breve tempo possibile.

Notizie

L’Ufficio Elettorale del Comune di Vasto ricorda che l’articolo 4-bis, comma 2, della legge 27 dicembre 2001, n. 459, modificato da ultimo dall’art. 6, comma 2, lett. A) della legge 3 novembre 2017, n. 165, prevede che gli elettori temporaneamente residenti all'estero per motivi di lavoro, studio o cure mediche, nonché i familiari con loro conviventi, possano partecipare al voto per corrispondenza organizzato dagli Uffici Consolari italiani.

In occasione del REFERENDUM COSTITUZIONALE CONFERMATIVO DEL 20 E 21 SETTEMBRE 2020, detta opzione di voto per corrispondenza dovrà pervenire al Comune d'iscrizione nelle liste elettorali entro il 32° giorno antecedente la data di svolgimento della consultazione elettorale e, precisamente, entro il 19 AGOSTO 2020.

L’opzione potrà essere inviata per posta, per telefax, per posta elettronica certificata, oppure recapitata a mano al Comune, anche da persona diversa dall’interessato, unitamente a copia di un documento di identità valido. Potrà essere utilizzato anche il seguente indirizzo di posta elettronica non certificata:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

L’Ufficio Elettorale comunale resta a disposizione per eventuali chiarimenti (tel. 0873309337 - 0873309336).

torna all'inizio del contenuto