Notizie

E’ stata presentata ieri sera, nella Sala Consiliare “Giuseppe Vennitti, in occasione del primo anniversario della scomparsa dell’ex sindaco Luciano Lapenna, il bando del Premio a lui dedicato. Un progetto, che ha come principale finalità quella di onorare la memoria di Luciano Lapennae tenere vivo il senso della politica come servizio alla comunità, che costituisce il suo più grande lascito morale. L’iniziativa, promossa dalla professoressa Bianca Campli, moglie di Lapenna, in accordo con l’Amministrazione Comunale di Vasto e la Sezione A.N.P.I “Vittorio Travaglini” di Vasto prevede l’assegnazione di mille euro alla migliore ricerca storica inedita sul periodo compreso tra gli anni ’40 del XX secolo e i giorni nostri, con particolare attenzione alla lotta antifascista, nel territorio di Vasto e dell’hinterland.

 

“Luciano è stato un grande maestro - ha detto il sindaco Francesco Menna - un grande riferimento. Non nascondo che spesso sono andato a trovarlo per farmi confortare. Mi è stato molto vicino rispetto a momenti difficili”.

 

“Ho pensato in questi mesi a cosa sarebbe stato opportuno fare per onorare la sua memoria, evitando le scorciatoie retoriche che lui per primo avrebbe detestato. Allora sono partita dall’amore, che è stato il sentimento che ci ha uniti. Luciano - ha detto la professoressa Bianca Campli - amava profondamente Vasto, di cui è stato sindaco per 10 anni, e il territorio del vastese, che conosceva palmo a palmo: bastava dirgli un cognome e partiva con la ricostruzione delle genealogie e dei luoghi di nascita. Così ho trovato la strada per ricordarlo onorevolmente: promuovere la conoscenza di questo territorio. Vorrei che la conoscenza si fondasse sul rigore storico e che le tanta intelligenze che affollano, spesso mortificate, la nostra terra si sentissero stimolate a coltivare ricordi, emozioni, cucendole, però con il metodo rigoroso della ricostruzione storica, basata cioè sui documenti e non solo sui ricordi individuali o peggio sui si dice”.

 

 

“Luciano continua a rappresentare un limpido esempio di politico onesto, che ha donato le sue migliori energie, la sua speranza, la sua visione alla pratica della politica, a servizio dei cittadini di Vasto e dell'intero territorio. Aveva un culto per le Istituzioni, per il recupero e la valorizzazione della memoria storica, - ha dichiarato l’assessore ala Cultura, Nicola Della Gatta - quel legame che grazie alla conoscenza del passato qualifica il presente e dona forza e vigore al futuro”.

 

“Voglio ricordare due aspetti che hanno caratterizzato fin dall'inizio l’impegno politico e nelle istituzioni di Luciano Lapenna: l'antifascismo e l'impegno verso i più deboli. Luciano ha fortemente voluto la costituzione della sezione dell'ANPI a Vasto, - ha concluso Domenico Cavacini,Presidente A.N.P.I. di Vasto- ha ripristinato le celebrazioni del 25 aprile Festa della Liberazione e del Giorno della Memoria. Per quanto riguarda l'attenzione ai più deboli, ricordo il suo impegno, tra i primi in Abruzzo, per la costituzione dello SPRAR”.

 

Il bando e la modulistica per partecipare al concorso sono disponibili sul sito www.lucianolapenna.it

 

La Commissione Scientifica che valuterà gli elaborati per l’attribuzione del premio sarà composta da: Marco Patricelli, storico, in qualità di Presidente; Nicola Della Gatta, Assessore alla Cultura del Comune della Città del Vasto; Bianca Campli, in rappresentanza degli eredi; Gianni Orecchioni, storico; Domenico Cavacini, Presidente A.N.P.I. di Vasto; Gabriella Izzi Benedetti, Presidente della Società di Storia Patria di Vasto.

torna all'inizio del contenuto