NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Questo sito utilizza cookie per fornirti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Tari, avviati i controlli per omesse e infedeli denunce

Il Comune di Vasto ha avviato i controlli incrociati tesi al recupero di considerevoli somme imputabili all’evasione fiscale. L’Ufficio Tributi, insieme ad altre autorità preposte ed in particolare della Polizia Locale, sezione Tributaria, sta procedendo al controllo delle posizioni TARI relative alle utenze non domestiche ed in particolare le omesse e infedeli denunce anche in riferimento alla categoria indicata nel codice ATECO. Dall’analisi dei dati, sono emerse circa 900 posizioni di contribuenti, che risultano o non iscritti o iscritti con categorie difformi da quelle rilevate con il codice ATECO.

“In particolare - ha spiegato il sindaco di Vasto, Francesco Menna - è stato accertato che studi professionali stanno pagando la Tari come civile abitazione in luogo di studi professionali. E’ stato pertanto deciso di avviare un’azione di verifica volta a far emergere eventuale evasione/elusione”.

“Suggerisco a tutti i cittadini interessati - ha aggiunto l’assessore con delega ai Tributi locali, Gabriele Barisano - di recarsi presso l’ufficio Tributi del Comune di Vasto per chiarire o regolare la propria posizione ed evitare denunce o sanzioni”.