NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Questo sito utilizza cookie per fornirti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Luci spente e flash mob nel centro storico per l’iniziativa “Earth Hour - L’Ora della Terra”

ee.jpg

Sabato 30 marzo anche a Vasto le luci si spegneranno, dalle 20.30 alle 21.30, per Earth Hour, la più grande mobilitazione globale del WWF. L’iniziativa, lanciata 11 anni fa dal WWF a Sidney, invita tutti a compiere gesti simbolici come lo spegnere le luci di abitazioni, monumenti e strade per lanciare un appello globale contro il cambiamento climatico e per la difesa del Pianeta.

In città è previsto lo spegnimento della illuminazione e delle luci dei principali monumenti del centro storico: Palazzo d’Avalos, il Castello Caldoresco e il monumento a Gabriele Rossetti.

All’iniziativa hanno aderito Confesercenti, Consorzio Vasto in Centro e la Consulta Giovanile. L’appuntamento è alle ore 20 in Piazza Rossetti.

Vasto risponde anche quest’anno a L’Ora della Terra - ha dichiarato l’assessore Paola Cianci alle politiche ambientali e alle politiche giovanili - con il supporto di tanti ragazzi che parteciperanno al flash mob organizzato dalla Consulta Giovanile. Dopo lo scorso Global strike for future degli studenti di tutto il mondo, anche nella nostra città i giovani prendono l’iniziativa e diventano gli attori principali della rivoluzione ambientale in corso”. 

Grazie agli operatori - ha dichiarato l’assessore con delega al Commercio, Luigi Marcello -  che sosterranno l’iniziativa con lo spegnimento delle vetrine di negozi e cene a lume di candela nei ristoranti come gesto simbolico sull’importanza del risparmio energetico”. 

Siamo da sempre sensibili - ha concluso il Presidente della Consulta Giovanile di Vasto, Mario Testa - alle tematiche ambientali e con queste iniziative vogliamo sensibilizzare soprattutto i giovani alla cura e al rispetto del nostro territorio. Difendere il Pianeta deve essere un dovere di tutti e per questo invitiamo la cittadinanza ad unirsi al flash mob”.