first_image

Municipio

Città del

Vasto

Meteo Vasto

Vasto - Top Rated

Paesi On Line

Immagine

Comunicati stampa

  • Tassa sui rifiuti, il 30 giugno ed il 31 luglio le prossime scadenze

    Tassa sui rifiuti, pagamenti il 30 giugno ed il 31 luglio l’art. 1, commi da 641 a 668, della legge 27/12/2013, n. 147 ha istituito in tutti i comuni del territorio nazionale a decorrere dal 1° gennaio 2014, la Tassa sui rifiuti - TARI - destinata alla copertura dei costi relativi al servizio di raccolta e gestione dei rifiuti urbani e di quelli assimilati avviati allo smaltimento. Il nuovo tributo sostituisce le previgenti TARSU - TARES.

    Leggi tutto
  • Centro DonnAttiva, mercoledì il resoconto dei risultati raggiunti

    suriani
    Testo della notizia
  • Consiglio Comunale, sono otto gli argomenti all'ordine del giorno

    Giuseppe Forte

            
    Sono otto i punti all'ordine del giorno del prossimo Consiglio Comunale. A darne notizia stamane è il Presidente dell'Assise Civica Giuseppe Forte.
    Il Consiglio è stato convocato in prima convocazione alle ore 8 di martedì 29 luglio ed n seconda convocazione alle 9 di mercoledi 30 luglio.
    Questi gli argomenti in trattazione:

    1. Approvazione  verbali seduta precedente del 28.06.2014

    2. Interrogazioni ed Interpellanze

    3. Mozione – “ Iniziative e misure che si intendono porre in essere in merito alla revoca di 700.000

    euro di stanziamenti europei da parte della Regione Abruzzo”

    4. Ratifica delibera di G.C. n. 179 del 25.06.2014: “ Progetto “ Da grande “ – Provvedimenti -

    Variazione di bilancio n. 9/2014 “

    5. Ratifica  delibera di G.C. n. 180 del 25.06.2014: “ L.R. 1/2012 – L.13/89  - Abbattimento barriere

    architettoniche negli edifici privati ” Contributi annualità 2008 – Provvedimenti -  Variazione di

    bilancio n. 10/2014 “

    6. Approvazione DUP ( Documento unico di programmazione ) 2014/2017

    7. Piano Quadro Tratturi del Comune di Vasto. Approvazione elaborati aggiornati alle osservazioni.

    Provvedimenti

    8. L.R. 28/2011. Studio di microzonazione sismica del territorio. Adozione della carta delle micro

    aree a comportamento sismico omogeneo.

       

  • Il censimento dei beni immobili comunali

            
    Patrimonio del Comune della Città del Vasto, partendo dall’obbligo di comunicare al Dipartimento del Tesoro gli elenchi identificativi dei beni immobili di proprietà dell’Ente, ha avviato un processo di rilevazione e di conoscenza, puntuale e sistematica, finalizzato alla redazione del Rendiconto patrimoniale dell’Ente pubblico cittadino.

    Pertanto, per ogni immobile, è stata compilata una scheda con le seguenti sezioni: dati anagrafici del bene, identificativi catastali, utilizzo/detenzione del bene, caratteristiche del bene. Oggi sono 197  le unità immobiliari censite e 237 le particelle per terreni di proprietà.

    “Abbiamo messo ordine e avviato un percorso di trasparenza sulla gestione del demanio patrimoniale e sulle procedure di assegnazione dello stesso – sottolinea il Sindaco Luciano Lapenna – i iglioramenti

    effettuati e quelli futuri sono e saranno legati a strategie di valorizzazione di alcuni immobili comunali, alla revisione dei criteri di determinazione dei canoni, a un piano di recupero delle morosità e dei crediti pregressi e all’introduzione di un sistema informatico per l’inventario del patrimonio

    dell’Ente. Il lavoro d’inventario e ensimento dei beni immobili comunali è stato interamente realizzato da risorse interne alla Pubblica Amministrazione cittadina con notevole risparmio per le casse comunali.

    Ringrazio il rag. Michele Bevilacqua, funzionario responsabile del servizio patrimonio e catasto, per la grande competenza e professionalità messa a disposizione di questo grande e importante progetto, così come l’Assessore Nicola Tiberio per quanto fatto in favore del bene comune – conclude Lapenna”. 
       

  • Scarichi fognari, la posizione del Sindaco Lapenna

    la penna
    Il Sindaco di Città del Vasto in merito a quanto pubblicato da organi di stampa e siti web sulle sue ultime ordinanze sindacali a carico di privati, precisa che i provvedimenti adottati rientrano nella normale attività di controllo e tutela della costa ed hanno riguardato, in questo caso, scarichi di sole acque bianche con diffida a convogliare le stesse al fine di evitare il sovraccarico della rete fognaria già al limite del carico consentito per la stessa.

    Meraviglia il fatto che, a fronte di altre ordinanze di veri scarichi fognari nei fossi, non si è avuto lo stesso clamore ed interesse oggi registrato, forse per il solo fatto che uno dei provvedimenti ha riguardato un noto operatore vastese vicino alla parte politica del Sindaco e della maggioranza.

  • Ufficio di mobilità sostenibile al Comune di Vasto

    Il Comune di Vasto, attraverso all’Assessorato alla Mobilità, ha istituito un nuovo servizio, all’interno del Settore Pianificazione Urbanistica: il Servizio di Mobilità Sostenibile.
    Questo nuovo servizio metterà in sinergia più discipline: la Pianificazione Urbanistica, il Trasporto Pubblico Locale, la pianificazione della sosta libera e a pagamento, la gestione della sicurezza stradale e della viabilità.
     
    Tra gli obbiettivi principali del nuovo ufficio c’è quello di arrivare all’approvazione del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile. Un Piano in grado di disciplinare tutte le scelte in tema di mobilità: dalle politiche di intermodalità del trasporto pubblico, in grado di mettere insieme il bike sharing  con le linee del Trasporto pubblico e le stazioni ferroviarie, alla pianificazione delle Zone 30, APU e ZTL; dalla progettazione di corsie ciclabili urbane alla pianificazione della sosta;
     
    Nel concreto, la pianificazione della mobilità ci permetteràdi mettere in campo azioni con maggiore criterio e analisi, evitando interventi che rischiano di essere poco efficaci.
     
    IN RISPOSTA A FIAB VASTO PEDALA
     
    Il cambiamento di una città non avviene con uno schiocco di dita, a maggior ragione se il cambiamento è rivolto a un settore, quelle della mobilità, dove le scelte politiche innovative sono in una fase di sperimentazione in tutta Italia.
     
    Vorrei ricordare agli amici della FIAB che sulla mobilitàsostenibile, per usare un gioco di parole, il Comune di Vasto non è mai rimasto fermo. Anzi, se confrontato con realtà simili, per grandezza e per cultura ciclabile, difficile trovare la stessa attenzione politica.
     
    E’ vero che ci sono ritardi in merito a questioni affrontate con l’associazione, in particolare alcune zone 30 da istituire.
    E’ proprio dagli studi della FIAB Nazionale che arrivano indicazioni su come queste zone vanno istituite con molta attenzione perché siano efficaci e ben accolte dalla popolazione, il servizio Mobilità serviràproprio a non improvvisare le scelte politiche. Sulle rastrelliere nessuna scusa se non aggiustamenti tecnici e a breve le posizioneremo.
    Sulla possibilità di riservare parcheggi per bici nel Multi piano di via Ugo Foscolo, avendo io stesso già parlato con il gestore da molto tempo, non c’è bisogno di alcuna mediazione e l’associazione è libera di interloquire con il gestore.
    L’ipotesi di un autobus che possa caricare bici collegando Vasto alla Marina, è una sollecitazione che nasce dal sottoscritto alla ditta Tessitore e che ci sta lavorando, anch’essa con tante difficoltà, legate a immatricolazioni e codice della strada.
    Anche qui la Fiab sa bene che le leggi non aiutano e chi parla di servizio già presente nel TPL di molte città, forse si riferisce a città europee ma non in Italia. Nonostante queste difficoltà ci stiamo provando ma non posso garantire il servizio già da quest’estate come avevo ipotizzato (non promesso).
     
    Ultimo appunto è sulla pista ciclabile. La sostituzione infelice delle tavole di legno continuano a non dare la sicurezza necessaria e ad essere un dispendio di soldi pubblici non sostenibile. L’unica soluzione è la sostituzione con materiale alternativo al legno, richiesta fatta alla Sovrintendenza ai beni Ambientali e che ha sempre negato altre ipotesi. Stiamo formalizzando un ulteriore richiesta specificando materiali ecocompatibili con zone sic e riserve, sperando in una “apertura” della Sovrintendenza, altrimenti saremo costretti a rivolgerci al TAR per risolvere un problema che è sotto gli occhi di tutti.
     
    Marco Marra – Assessore alla Mobilità